PSICOTERAPIA SISTEMICO RELAZIONALE

Terapia sistemico – relazionale vede il disagio psicologico come il risultato di uno squilibrio che si crea nei sistemi in cui l’individuo vive le proprie relazioni significative (tipicamente la coppia, il nucleo familiare, la famiglia allargata)

Nel lavoro con l’individuo, con la coppia o con la famiglia intera, l’obiettivo che si pone la psicoterapia sistemico – relazionale è quello di introdurre una nuova organizzazione, più funzionale, in quei sistemi familiari dove blocchi evolutivi nel ciclo vitale, confusione nei ruoli, mancanza di confini tra le generazioni hanno prodotto sofferenza psicologica espressa attraverso il sintomo in uno o più membri.

La psicoterapia individuale è condotta tra terapeuta e paziente e mira a restituire benessere e spinta vitale alla persona che si trova in uno stato di sofferenza psichica:

  • ANSIA
  • DEPRESSIONE
  • DISTURBI DELL’UMORE
  • ATTACCHI DI PANICO
  • FOBIE
  • DISTURBI DELL’ALIMETAZIONE
  • CRISI ESISTENZIALE
  • TRAUMI

Attraverso la relazione che si crea con il terapeuta, il paziente viene portato ad esplorare gli ambiti significativi della propria vita cercando di individuare l’origine del disagio, l’insorgenza e lo sviluppo dei sintomi così come il significato relazionale di questi ultimi.

L’ intervento è centrato sulla persona, che può trovare la soluzione al suo disagio nel rileggere la propria storia familiare, riguardare la propria situazione di vita attuale e riscrivere con l’aiuto del terapeuta un capitolo nuovo della propria vicenda personale fondato su equilibri più funzionali e sani.

EMDR

L’EMDR (dall’inglese Eye Movement Desensitization and Reprocessing, Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari) è un approccio terapeutico utilizzato per il trattamento del trauma e di problematiche legate allo stress, soprattutto allo stress traumatico.
L’EMDR si focalizza sul ricordo dell’esperienza traumatica ed è una metodologia completa che utilizza i movimenti oculari o altre forme di stimolazione alternata destro/sinistra per trattare disturbi legati direttamente a esperienze traumatiche o particolarmente stressanti dal punto di vista emotivo.
Dopo una o più sedute di EMDR, i ricordi disturbanti legati all’evento traumatico hanno una desensibilizzazione, perdono la loro carica emotiva negativa. Il cambiamento è molto rapido, indipendentemente dagli anni che sono passati dall’evento. L’immagine cambia nei contenuti e nel modo in cui si presenta, i pensieri intrusivi in genere si attutiscono o spariscono, diventando più adattivi dal punto di vista terapeutico e le emozioni e sensazioni fisiche si riducono di intensità.

Un altro cambiamento significativo è dato dal fatto che il paziente discrimina meglio i pericoli reali da quelli immaginari condizionati dall’ansia.

Si sente che veramente il ricordo dell’ esperienza traumatica fa parte del passato e quindi viene vissuta in modo distaccato. I pazienti in genere riferiscono che, ripensando all’evento, lo vedono come un “ricordo lontano”, non più disturbante o pregnante dal punto di vista emotivo.

Altri Servizi